Il nostro camper in sosta libera in alta montagna

Parco Nazionale del Teide in camper | La rotta TF-21

Last Updated on 21 Giugno 2022 by Chiara

Visitare il Parco Nazionale del Teide è un’esperienza a dir poco incredibile, e farlo in camper si trasformerà facilmente nel ricordo più bello del tuo on the road a Tenerife.

In questo articolo mi voglio concentrare sull’itinerario che si percorre seguendo la strada TF-21 da Granadilla a La Orotava. Questa parte dal sud dell’isola, attraversa diverse tappe d’interesse fino ad entrare nel cuore del Parco e alla base del maestoso vulcano Teide. Da qui continua tra paesaggi extra terrestri e foreste fino ad arrivare al nord dell’isola e uno dei paesi più pittoreschi e ricchi di storia e cultura di Tenerife.

itinerario parco nazionale del teide

Oltre a tappe imperdibili, troverai punti dove parcheggiare il tuo camper o spendere la notte e le migliori attività da vivere al Parco Nazionale del Teide.

Come arrivare al Teide in camper e cosa vedere lungo il percorso

La tua magica e panoramica salita verso il picco più alto di Spagna inizia da Granadilla, dove s’imbocca la strada TF-21. Anche se il primo tratto del percorso è segnato da non pochi tornanti, il panorama ti ripaga. Foreste di pini e mandorli si alternano per i prossimi 30 minuti alla guida, fino ad arrivare alla prima imperdibile tappa.

Se devi fare la spesa o carburante, ti consiglio di farlo a Granadilla. Qui trovi i prezzi più convenienti. Se è inverno e prevedi di stare la notte sopra i 1500m ti consiglio di procurarti una bombola di propano dal benzinaio.

Tappa a Vilaflor

Vilaflor è un incantevole villaggio avvolto dalla splendore della Corona forestale del Teide, il più alto dell’isola con i suoi quasi 1500m. La tappa ideale per sgranchirti le gambe tra storia, cultura e tradizione. Sono presenti anche diversi bar e ristoranti dove riempirti la pancia di delizie tipiche.

Puoi parcheggiare il tuo camper in un comodo parking pubblico nel cuore del paese, di fronte al santuario di san Hermano Pedro. Noi abbiamo trascorso la notte qui diverse volte senza problemi. Tocca l’icona blu nella mappa per visualizzare le coordinate.

Se sei un appassionato di trekking qui partono diversi sentieri molto interessanti, tra cui quello per il famoso “Paisaje lunar”. Se non hai tempo per una lunga camminata, dopo un meritato giro del paese, ti consiglio uno stop per vedere un’altra curiosità.

paesaggio lunare trekking vilaflor
Paisaje Lunar

Tappa al Pino Gordo

La seconda tappa si trova appena fuori dal paese continuando sulla TF-21. All’arrivo ti accoglie un piccolo parcheggio a bordo strada, e a pochi passi da questo il famoso Pino Gordo. Questo pino è l’albero più grosso di Spagna e terzo per altezza con i suoi 45 metri. Alla base del suo impressionante tronco trovi un cartello con altri dati interessanti.

pino gordo vilaflor

Nei weekend il parcheggio è spesso affollato, e trovare spazio in camper non è facile. Ti consiglio di lasciare il tuo mezzo nei paraggi del vicino bar La Paz e raggiungere il pino a piedi.

Quando hai finito di goderti lo spettacolo di questo albero centenario, è l’ora di riaccendere il camper e continuare sulla TF-21 per entrare nello spazio naturale protetto del Parco Nazionale del Teide.

Tappa al Museo etnografico Juan Evora

Dal Pino Gordo al museo sono 13 kilometri di strada dove ti fermerai sicuramente a scattare una marea di fotografie! Soprattutto nel tratto finale, da dove la vista dell’oceano lascia davvero a bocca aperta. Qui di primavera è dove abbiamo visto la maggior concentrazione di Tajinaste, il fiore simbolo di Tenerife.

tajinaste rosso sul teide
Tajinaste e il Teide

Il museo è piccolino, ma molto interessante per la storia che racconta. All’interno è infatti riprodotta la casa e la vita quotidiana dell’ultimo abitante della zona prima che fosse dichiarata Parco Nazionale nel 1954.

Tappa al Mirador Llano de Ucanca

Se hai tempo, prima di fermarti in questo mirador (terrazza panoramica), ti consiglio uno stop anche al Mirador Zapatilla de La Reina. Da quest’ultimo con una breve camminata potrai ammirare una peculiare roccia vulcanica che ricorda una scarpetta con tacco.

mirador zapatilla de la reina
Zapatilla de la Reina

Parcheggiare il camper al Mirador Llano de Ucanca è semplice, così come nella quasi totalità dei punti panoramici all’interno del Parco Nazionale del Teide. La maggior parte è su terreno piano e ampio, ideale se vuoi mangiare qualcosa o fare una siesta tra un giro e l’altro!

camper al parco nazionale del teide con chiara e Nime al guinzaglio
Mirador Llano de Ucanca

Da qui godi di una vista da cartolina del Teide e del Pico Viejo. Inoltre puoi seguire il sentiero che s’inoltra nella pianura conosciuta come Valle Ucanca, un’immagine che pare quasi di un altro pianeta a quasi 2000m di altezza.

Tappa a los Roques de Garcia e il Mirador de la Ruleta

Questo è sicuramente uno dei punti più visitati e conosciuti su questa tratta della TF-21 fino al Teide, e capirai il perché all’arrivo.
Da qui allo spettacolo del Teide, il Pico Viejo e la Valle Ucanca si unisce quello delle verticali formazioni rocciose Roques de Garcia.
Tra tutte la più peculiare e fotografata è il Roque Cinchado, detto anche Dedo de Dios (dito di Dio).
Da qui parte un sentiero circolare di 3,5 km, circa 2 ore di camminata di livello medio-facile, che vale la pena percorrere se hai il tempo.

roque cinchado e sentiero teide
Roque Cinchado

Da qui mancano solo 10 minuti scarsi alla guida per una tappa ed un’attività che non puoi assolutamente perderti… salire sul Teide!

Acquistare i biglietti per la funivia del Teide e ottenere il permesso gratuito per salire sulla vetta

Anche se è possibile acquistare i biglietti per la funivia sul posto, ti consiglio di farlo online ed in anticipo per evitare di arrivare e non trovare posto!

salita al teide con funivia

Puoi parcheggiare il camper in uno dei mirador vicini alla funivia e raggiungerla a piedi. Sulla strada appena fuori di questa ci sono posti, ma sono in forte pendenza.

Ti ricordo che gli animali domestici non sono ammessi sulla funivia.

Prenotare il biglietto per la funivia online

Puoi acquistare il biglietto online cliccando questo link. Include andata e ritorno ed un’audioguida in inglese, spagnolo, francese, tedesco e russo. All’arrivo ti basterà mostrare il biglietto sul telefono, senza bisogno di stamparlo.

La stazione base si trova a 2356 metri mentre quella superiore “La Rambleta” è a 3555 metri. Qui troverai dei sentieri da seguire per godere della meravigliosa vista sotto di te. Potrai ammirare le altre isole all’orizzonte, il paesaggio vulcanico del parco ma anche il lato nord dell’isola… incredibile! Hai a tua disposizione un’ora, che è il tempo massimo consentito a tutti quelli che salgono con la funivia. Solo chi ha il permesso per salire sulla vetta può restare 2 ore.

vista dalla cima del teide a 3555 metri
Vista da 3555 metri

Richiedere il permesso di accesso alla cima del Teide

Chi desidera calpestare la vetta del Teide e respirare l’aria frizzante dei suoi 3718 metri lo può fare solo richiedendo il permesso gratuito su questa pagina. Ti consiglio di prenotare con largo anticipo, visto che i posti sono limitati e la richiesta davvero tanta.

Il permesso ti da accesso al sentiero 10 “Telesforo Bravo”, che ti porta sul Pico del Teide.

Una volta sceso dal Teide, l’itinerario in camper sulla TF-21 continua verso altre tappe e meraviglie del Parco Nazionale più visitato d’Europa!

Tappa al Mirador El Tabonal Negro

Questo belvedere ha un piccolo parcheggio, se trovi posto fermati! Da qui hai la vista di una vallata composta da lava solidificata, rocce dalle tonalità nero rossastre e ossidiana. In primavera il paesaggio si colora di rosso e viola grazie al magnifico fiore del Tajinaste, arbusto che arriva fino ai 2 metri di altezza.

mirador tabonal negro

Tappa alle Minas de San Josè

Questa location è conosciuta per la sua somiglianza con Marte e la luna, ed infatti qui sono stati condotti test di prototipi di veicoli e strumenti destinati all’esplorazione di entrambi. Banchi di pomice gialla trafitti da rocce vulcaniche danno l’impressione di essere in un deserto extra terreste. Puoi inoltrarti in questa meraviglia seguendo i sentieri segnalati. Perché si chiamano mine? Durante il ventesimo secolo questa zona era sfruttata per l’estrazione di pietra pomice, una mina a cielo aperto.

minas san jose parco nazionale teide camper
Foto dal mio profilo Instagram

Ci sono diverse aree molto ampie e pianeggianti dove puoi parcheggiare il tuo camper senza problemi.

Tappa al Centro de visitantes El Portillo

L’accesso al centro visitatori del Parco Nazionale del Teide è gratuito, e puoi lasciare il tuo camper in uno dei parcheggi subito fuori.
All’interno un’esposizione permanente ti porta alla scoperta del parco e della geologia delle Canarie. All’esterno puoi passeggiare tra i sentieri di un giardino botanico che ospita le piante endemiche del parco e pannelli informativi per approfondire.

Da qui parte anche il sentiero Siete Cañadas, che se completato arriva fino al centro visitatori Cañada Blanca, nei paraggi di Los Roques Garcia per intenderci. 16 kilometri perlopiù pianeggianti tra viste mozzafiato immersi nella magia della natura del parco. Anche se considerato un trekking di livello facile, ricorda di vestirti adeguatamente, proteggerti dal sole e non dimenticare l’acqua.

Tappa Mirador Piedra La Rosa

Con la prossima tappa salutiamo il Parco Nazionale del Teide e con il camper iniziamo a scendere verso la costa nord ovest dell’isola. Le foreste di pini iniziano a farsi sempre più fitte e se sei fortunato ti fermerai più volte ad ammirare il fenomeno del “mare di nubi”. Un effetto creato dai venti alisei e che qui capita spesso di vedere.

Dal centro visitanti questo mirador dista poco più di 9 kilometri. Troverai un ampio parcheggio, dove lasciare il camper e scattare qualche foto. Ma per la vera attrazione di questo stop devi attraversare la strada. Qui si trova una roccia di basalto che pare una rosa, risultato del raffreddamento di colate laviche in determinate situazioni ed esempio più spettacolare di questo fenomeno a Tenerife.

mirador rosa de piedra teide

Arrivo nel meraviglioso comune di La Orotava

Dopa aver attraversato le meraviglie del Teide penso non ci sia miglior punto di arrivo di La Orotava. Qui si respira la storia, cultura e tradizione dell’isola. Il centro storico, dove case colorate dai caratteristici balconi di legno si alternano a chiese ed edifici storici, è una vera gemma.

Ecco un link utile per delle attività interessanti a La Orotava e dintorni

scorcio di la orotava centro

Questa location merita un’intera giornata di esplorazione, o anche più se puoi! Ti lascio di seguito un parcheggio molto comodo dove sostare in camper per visitare il centro di La Orotava, e dove noi abbiamo trascorso anche la notte.

Dove parcheggiare il camper per visitare La Orotava

Un parcheggio sterrato, perlopiù pianeggiante, che dista 10 minuti a piedi scarsi dal centro. Un luogo tranquillo, dove la sera apre un food truck che serve panini fino a mezzanotte circa. Il ricordo più bello di questo parcheggio sono i galli e galline che vivono liberi qui…niente problemi per la sveglia la mattina! Puoi vederle in questo video Tik Tok che inizia proprio da questa location

parcheggio camper la orotava

Clicca sull’icona blu nella mappa per le coordinate

Dove dormire in camper al Parco Nazionale del Teide

Finora abbiamo visto due locations dove puoi fermarti a dormire con il tuo camper, una a Vilaflor e l’altra a La Orotava. Ma se vuoi dormire vicino al Teide, circondato dalla natura e basta?

Il Cabildo di Tenerife ha messo a disposizione delle aree in spazi naturali protetti a chi vuole fare campeggio. Queste sono gratuite ed in alcune ci sono piazzole anche per camper e caravan… di seguito quelle su questo itinerario.

Area per il campeggio libero Las Lajas

Dopo Vilaflor in direzione del Teide e a circa 2000m di altitudine, si trova la “zona de acampada” di Las Lajas. Qui potrai dormire tra i pini della foresta che circonda il Parco Nazionale del Teide, ti basterà prenotare le date su questa pagina

Area campeggio libero Tenerife las lajas
Las Lajas

Queste aree non dispongono di servizi di carico/scarico per camper o allaccio all’elettricità. Ci sono comunque presenti bagni pubblici e un’area pic-nic con fontanelle e barbecue. Una volta arrivato nella piazzola che ti è stata assegnata puoi campeggiare, quindi utilizzare tendalino e tirar fuori sedie e tavoli etc…una bella esperienza!

L’unica cosa da tenere in considerazione è che in questa area non c’è copertura telefonica…se vuoi disconnettere totalmente dal mondo è il posto che fa per te!

Area per il campeggio libero La Caldera

Quest’area è dalla parte opposta, sempre sulla TF-21 una volta passato il mirador Piedra La Rosa verso La Orotava.

Quello che offre è lo stesso della “zona de acampada”di Las Lajas, e puoi prenotare la tua permanenza (fino a un massimo di 7 giorni) su questa pagina

Non siamo ancora stati in quest’area per il campeggio, ma immagino che anche qui la ricezione del telefono sia scarsa o inesistente… finora per noi è sempre stato così in quelle che abbiamo visitato.

Ti ricordo che “campeggiare” fuori da queste aree abilitate è vietato su tutto il territorio del Parco Nazionale del Teide.

Conclusioni

Prima di salutarti ti ricordo che a questo link trovi la lista aggiornata di tutte le aree di carico/scarico camper a Tenerife.

Non hai un camper tuo ma vorresti vivere un’esperienza on the road a Tenerife? Puoi noleggiare un mezzo su Yescapa, ti spiego come funziona in questo articolo

Mi auguro che questa rotta sulla TF-21 ti faccia vivere le stesse emozioni che ho provato io…ti saluto e ti aspetto per altri itinerari e destinazioni in camper sulle Isole dell’eterna primavera.

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo sui social! E’ davvero un grande aiuto e supporto per il blog e la creazione di contenuti come questo. Grazie.

*Alcuni dei link presenti nel post potrebbero essere affiliati. Quando li utilizzi per i tuoi acquisti non hai nessun costo aggiuntivo, mentre al blog viene riconosciuta una piccola commissione. E’ un modo per supportare il blog a costo zero ed aiutarci a creare contenuti sempre migliori. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *