camper su una vallata verde con vista sull'oceano di La Gomera

LA GOMERA in camper | top 3 sosta libera

In questo articolo ti svelo 3 luoghi stupendi dove dormire con il tuo camper in sosta libera a La Gomera, e cosa fare e vedere in ognuna di queste location. Un’esperienza indimenticabile tra natura, storia e gastronomia.

Isole Canarie | non solo le più grandi e famose meritano

Ogni anno sempre più camperisti raggiungono le Isole Canarie. La maggior parte con destinazione le isole più grandi dell’arcipelago come Tenerife, Gran Canaria e Fuerteventura. Ma le isole più piccoline e meno conosciute non hanno nulla da invidiare a quest’ultime! Anzi, se cerchi un’esperienza in camper all’insegna della sosta libera immersa nella natura e lontano dal turismo di massa, ti regaleranno un’infinità di soddisfazioni.

Questo è proprio quello che abbiamo vissuto durante il nostro ultimo viaggio in camper a La Gomera, ad inizio 2021. Partiti con l’idea che una settimana ci sarebbe bastata per scoprirla tutta, dopo due settimane l’abbiamo lasciata a malincuore e con la promessa di tornare. Penso che questo ti faccia già capire quanto ci sia piaciuta!

La Gomera | la seconda isola più piccola dell’arcipelago Canario

Terrazza panoramica a La Gomera

Con una superficie totale di 369km2 offre ben 600 km di sentieri, meritandosi il titolo di “isola da camminare”. Le sue montagne vulcaniche, divise spesso da burroni e ricoperte di una vegetazione ricca e diversa, propongono camminate per tutti i livelli.

Attraversando vallate ricoperte di palme, dalle quali si estrae il famoso “miele di palma gomero”, si raggiungono spiagge di sabbia nera vulcanica. Incredibilmente suggestive le scogliere a picco sul mare che respingono le potenti onde dell’oceano, tra spruzzi e un fragoroso infrangersi dopo l’altro.

Le strade che dalla costa portano al centro dell’isola sono costellate di terrazze panoramiche dove rimanere senza fiato davanti a panorami selvaggi. Questi punti panoramici sono i famosi “Mirador”. Nel cuore dell’isola si trova il suggestivo Parco Nazionaledi Garajonay, dichiarato Patrimonio dell’Unesco.

La varietà di paesaggi e la ricchezza di ecosistemi, presenti su un’ isola piccola come La Gomera, l’hanno portata ad essere dichiarata Riserva della Biosfera nel 2011.

La Gomera è chiamata anche “isola colombina”, proprio per il suo legame con Cristoforo Colombo e la scoperta del Nuovo Mondo. La capitale dell’isola è il luogo dove conoscere questa interessante fetta di storia , e ripercorrere le stesse strade che hanno visto Colombo indaffarato durante gli ultimi preparativi prima della partenza.

La Gomera in camper | Storia e cultura nella capitale San Sebastian

Chi arriva a La Gomera in camper viene accolto dallo stesso porto che, il 6 settembre 1492, vide Cristoforo Colombo salpare alla scoperta di un nuovo cammino per le Indie. E nel quale tornò diverse volte dopo la sua famosa scoperta dell’America.

Per noi che abbiamo raggiunto La Gomera da Tenerife, è bastata un’ora esatta di traghetto. Appena sbarcati ci ha accolti un comodo parcheggio per camper.

PARCHEGGIO GRATUITO PER CAMPER DI SAN SEBASTIAN DE LA GOMERA

L’unico parcheggio con piazzole riservate alla sosta camper di tutta l’isola.
Il parcheggio offre 12 ampie piazzole per camper, su asfalto. La sosta è limitata a 72h. Non dispone di area scarico/carico.

Dista 2 minuti dalla spiaggia di San Sebastian, anche se dal parcheggio non si ha la vista mare. Se proprio non vuoi rinunciare a vedere il mare dalla finestra, puoi parcheggiare lungo la strada principale che costeggia la spiaggia.

Clicca l’icona qui sotto per le indicazioni e coordinate.

Cosa fare a San Sebastian de La Gomera

Una volta parcheggiato il camper, puoi dirigerti sulla spiaggia di sabbia nera vulcanica che si trova di fronte. La Playa di San Sebastian è dotata di docce, passerelle, palme e ombrelloni per stare al fresco, ed una postazione di soccorritori. Le acque di questa spiaggia sono solitamente tranquille, ideali per fare il bagno. Un’altra spiaggia carina si trova oltre il porto, “Playa de La Cueva”.

Dopo aver visitato l’isola in largo ed in lungo, ritengo che queste siano le spiagge migliori per una giornata di mare. Soprattutto per chi vuole farsi una nuotata in sicurezza! Nel resto dell’isola non sono molti i luoghi dove le acque lo permettano.

eremo di san sebastian nella colorata cittadina di san sebastian de la gomera

Se vuoi immergerti nella storia e gastronomia di San Sebastian de la Gomera, basta una breve camminata verso le stradine del suo centro storico.

L’ambiente è allegro, grazie alle case dai colori vivaci ed abbellite dai tipici balconi di legno. La strada principale, Calle Real, ti offrirà una piacevole passeggiata dove fermarti a visitare molti dei principali luoghi d’interesse del centro. Le piazze principali, come “Plaza de la Constitucion” e “Plaza de las Americas”, sono il punto ideale per una sosta in uno dei tanti bar e ristoranti.

Ricorrere il centro storico a piedi non richiede molto tempo. Per questo potrai dedicarti ad esploralo senza fretta. Mentre cammini, noterai diverse sculture dedicate a Cristoforo Colombo che qui è chiamato Cristobal Colon. Dei cartelli informativi, ti faranno scoprire aneddoti sull’esploratore e le sue varie visite all’isola. Non mancano storie e leggende che lo vedono protagonista. Quella che più mi ha affascinata è la sua presunta storia d’amore con la nobildonna Beatriz de Bobadilla y Ulloa, governante dell’isola.

Luoghi d’interesse storico a San Sebastian de La Gomera

  • la Casa de La Aguada. Qui si trova un’esposizione dedicata alla scoperta dell’America.
  • Museo Casa Colon. Dove ammirare una collezione di arte pre colombina proveniente dal Perù
  • la parrocchia dell’ Asuncion
  • l’eremo di San Sebastian
  • il parco che ospita la Torre del Conde, una fortezza del XV secolo.

Proprio a lato di ques’ultimo ti segnalo la “Dulceria Mendoza”. Un panificio dove ho comprato dei deliziosi biscotti tipici de La Gomera “Las Galletas gomeras”.

Per godere di un bellissimo panorama di tutta la cittadina dall’alto, recati al Mirador de la Hila. Per raggiungerlo dal centro ti aspetta una camminata in salita di circa 10/15 minuti. Ma credimi, lo sforzo sarà ripagato.

La Gomera in camper | Il Parco Nazionale di Garajonay

Il cuore verde e pulsante dell’isola è il magico Parco Nazionale di Garajonay. Raggiungerlo dalla capitale richiede un’ora alla guida. Tempo che si allungherà sicuramente, se ti fermi in tutte le stupende terrazze panoramiche lungo il percorso.

foresta di laurisilva nel parco di Garajonay

Arrivato dentro il territorio protetto del parco, hai molte opzioni per parcheggiare il camper e fare una bella camminata. L’esperienza più incredibile è quella di addentrarsi nelle umide e rare foreste di laurisilva.
La Gomera è uno dei pochi territori in Europa che ancora ospita questa vegetazione sempreverde.
Questo tipo di foresta subtropicale copriva quasi tutta l’Europa nel Cenozoico, ma era quasi del tutto scomparsa 10000 anni fa. Qui trovi uno degli esempi meglio conservati di questa fitta foresta, reliquia della preistoria.

Per vivere questa foresta preistorica, e non solo, ti consiglio una sosta presso l’ Area Ricreativa La Laguna Grande. Qui trovi un ampio parcheggio sterrato, di fronte ad un esteso parco che offre:

  • zona giochi per bimbi
  • barbecue e forni tipici canari
  • tavoli e panchine
  • fontanelle con acqua potabile
  • centro informazioni per turisti
  • sentiero accessibile a persone in sedia a rotelle
  • ristorante
  • bagni pubblici

Avviso importante per i camperisti

Dentro tutto il Parco Nazionale di Garajonay è vietata la sosta libera.
Questo vale anche per l’area ricreativa che ho appena menzionato. A vigilare che nessun veicolo ricreazionale si fermi a passare la notte ci pensa la (sempre presente) Guardia Forestale.

Ma niente paura.
Puoi dormire in camper appena fuori il parco, di seguito ti svelo 2 luoghi spettacolari per farlo

AREA RICREATIVA DE LAS NIEVES | Sosta libera in camper a La Gomera

Tenerife ed il Teide visti da Las Nieves, a La Gomera

Questo magnifico angolo dell’isola ci ha ospitato per diverse notti. Come camperista in sosta libera, è il luogo che ricordo con maggior nostalgia.

COME ARRIVARE

Un’area immersa nel verde, a 1120 m sul livello del mare. Ubicata appena fuori dalla panoramica GM-2, che dalla capitale porta al Parco di Garajonay. Da San sebastian de la Gomera la distanza è di 20 km. Invece, la distanza che la separa dall’entrata del Parco di Garajonay è di 3 km.

All’arrivo si incontra un ampio parcheggio d’asfalto. Qui puoi sostare con il tuo camper affacciato su un panorama verdissimo, e con una suggestiva vista dell’oceano. Ma non solo, da questo punto si gode della miglior vista dell’isola di Tenerife, in particolare del maestoso Teide.

Anche se in questo parcheggio è tollerata la sosta libera, è bene ricordare l’importanza di mantenere un comportamento da camperista responsabile. Niente tendalini, sedie e tavoli fuori dal mezzo!

Cosa fare a Las Nieves

A pochi passi dal parcheggio s’incontra l’area ricreativa de Las Nieves. Quest’ultima deve il suo nome all’eremo che ospita, dedicato alla Virgen de Las Nieves.

In quest’area, ombreggiata da alberi e imponenti pini, trovi:

  • barbecue e forni tipici canari
  • lavandini e fontanelle
  • tavoli e panchine
  • bagni pubblici
  • cestini e contenitori

NOTA: Nel periodo in cui siamo stati noi (marzo 2021), l’area ricreativa e l’eremo erano chiusi per lavori di ristrutturazione. Ciò nonostante, abbiamo approfittato del parcheggio per passare diverse notti sotto il cielo stellato di questa stupenda zona.

A proposito! L’area de Las Nieves è un rinomato osservatorio naturale. Il suo cielo limpido e trasparente è ideale per l’osservazione delle stelle. In particolare nelle prime ore serali di febbraio e marzo, sono molti quelli che si recano qui per contemplare due costellazioni del cielo d’inverno dell’emisfero nord, Gemelli ed Auriga.

camper in sosta libera a Las Nieves, area verde dell'isola de la gomera

Nelle zone vicine abbiamo camminato su estesi prati fioriti, spesso delimitati da crepacci e gole senza fine. Da qui la vista dei paesini sottostanti, e delle tortuose stradine che attraversano questo impervio territorio, una vera delizia per gli occhi. Numerosi sono stati gli incontri con le pecore e capre che frequentano la zona.

Trekking per tutti i livelli

Dai prati siamo passati a piccole foreste di laurisilva, e poi a boschi ricchi di alberi e vegetazione diversa dove ci siamo divertiti a raccogliere pigne ed ammirare i colori accesi dei licheni che ricoprono le rocce.

Una passeggiata facile, che merita sicuramente, è quella che porta al Mirador de los Roques. Strada facendo noterai un massiccio roccioso che da sempre è l’emblema dell’isola. Un monumento naturale di 1250m, il Roque de Agando.

Se hai voglia di sentieri più lunghi o impegnativi consulta la mappa all’interno dell’area ricreativa. Sono segnalati tutti i sentieri che partono dall’area ricreativa di Las Nieves, la loro durata e difficoltà.

Quando ti trovi nei dintorni del Parco di Garajonay non è raro che il paesaggio venga inghiottito da una spessa nebbia umida, soprattutto il pomeriggio. Anche se questa coltre bianca impedisce di vedere lontano, crea un’atmosfera davvero suggestiva. E di frequente arriva e se ne va davvero velocemente!

Se come noi prevedi di visitare La Gomera in camper nei mesi invernali, preparati all’eventualità di accendere la stufa quando passi la notte sopra i 1000 m di altitudine. Noi l’abbiamo utilizzata sia all’area ricreativa de Las Nieves che nella prossima location, un altro luogo incredibile in sosta libera.

MIRADOR DE IGUALERO | Sosta libera in camper a La Gomera

mare di nubi e alti pini con sfondo un tramonto visto dal mirador de igualero

Anche in questa location abbiamo trascorso diverse notti tranquille. Un luogo scoperto davvero per caso, che ci ha regalato dei tramonti da pelle d’oca. Non solo i tramonti più belli visti sull’isola, ma i più belli visti alle Canarie finora.

Questo è un punto perfetto anche per assistere al fenomeno del “mare di nubi”. Da questo mirador puoi ammirare le nuvole che si accumulano tra i pendii sottostanti, fino a formare un soffice manto bianco che ricopre tutto. Le parole non rendono giustizia alla bellezza di questo fenomeno!

COME ARRIVARE

Il Mirador de Igualero s’incontra appena fuori del limite ovest del Parco di Garajonay, sulla strada CV-17. Anche se dista solamente 11 km dall’area ricreativa de Las Nieves, offre panorami differenti.

All’arrivo incontri un ampio parcheggio d’asfalto dove puoi sostare con la vista dall’alto di verdi burroni, come il profondo “barranco de Erque”, e dell’oceano.

Cosa fare al Mirador de Igualero

scorcio del parcheggio del mirador de igualero. prato verde e cielo azzurro

Questo punto dell’isola, con una altitudine di 1321m sul livello del mare, offre panorami incredibili. Il Mirador è curato e pulito. Alla sua entrata spicca l’eremo di San Francesco di Assisi, ed un prato dove tavoli e panchine si prestano ad un pic-nic con vista da favola.

Da qui, una breve scalinata porta ad una terrazza spenderai un bel po’ di tempo a scattare fotografie ed osservare le meraviglie che ti circondano. Di fronte a te vedi una montagna rocciosa dalla peculiare forma di altare. Un monumento naturale importantissimo per gli abitanti dell’isola, che in passato lo consideravano sacro, la “Fortaleza de Chipude” (fortezza di Chipude).

Se la giornata è limpida, riconoscerai all’orizzonte le isole de La Palma e de El Hierro.

Vicino alla terrazza spicca il monumento dedicato al “Silbo Gomero” (fischio Gomero), il linguaggio fischiato unico di questa isoletta.

Vista la vicinanza del Parco di Garajonay, questo punto è ideale per intraprendere uno dei tanti sentieri che si addentrano nel parco. A soli 2 km da qui si trova il punto più alto dell’isola, l’“Alto di Garajonay” (1484m).Quando tornerai al camper avrai lo spettacolo del tramonto ad aspettarti!

NOTA: questa zona può essere molto ventosa. Il parcheggio è esposto, e non offre riparo dalle raffiche di vento. Senza piedini stabilizzatori, può capitarti una nottata movimentata nel camper!

Dove mangiare bene e tipico vicino al Mirador de Igualero

Se cerchi un luogo dove mangiare bene e tipico nelle vicinanze, ti consiglio un ristorante a 15 minuti di distanza in camper. Si tratta dell’ Hotel Bar Sonia”, nel grazioso paese di Chipude. Noi avevamo trovato posto per parcheggiare il camper proprio di fronte al ristorante.

Per vedere quello che abbiamo mangiato in questo ristorante, ed avere una idea della gastronomia tipica dell’isola, clicca qui e te lo mostro in meno di un minuto!
Se vuoi scoprire di più sul prodotto stella della cucina Gomera, clicca qui

Hai voglia di più fotografie e video dei luoghi che ho menzionato? Ti invito a dare un’occhiata alle mie storie in evidenza di Instagram. Sono certa che ti aiuteranno a farti un’idea più precisa di La Gomera in camper.

Se hai domande, ti invito a lasciare un commento qui sotto.
Hai trovato questo articolo utile? Condividilo sui social…E’ un grande supporto per il blog e la creazione di altri contenuti come questo. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *